Tag Archives: vendere casa

Vendere casa: un tocco di colore

Dominvestonline 22/12/2017

Vendere casa può sembrare un’operazione complessa. Richiede tempo, dedizione e molta pazienza.

Se pensi di vendere casa, la prima domanda da porti è se casa tua ha il giusto appeal sull’acquirente. A questo proposito potrebbe farti comodo leggere una breve guida sull’utilizzo del colore.

Pareti colorate

Qualche anno fa esplose la moda delle pareti colorate. Archiviato il total white e la carta da parati, le pareti si tingevano dei più svariati colori.

Adesso la moda del colore a tutti i costi si è un po’ attenuata. Si punta ad utilizzare colori calmi che trasmettano relax. La casa è un luogo di pace e riposo e tale deve rimanere.

Quindi sì al colore, ma senza strafare!

Accostamenti bicolore

Di gran moda e gusto sono le pareti bicolore, con accostamenti tenui. Sì all’utilizzo del colore fango, un vero must in questi anni. Sì anche alle pareti a righe o agli accostamenti dai toni decisi.

Le pareti bicolore danno un tocco glamour e maggiore appeal alla vostra casa. L’importante è non esagerare con gli accostamenti!

Arredare con il colore

Anche gli arredi dovranno rispondere alla necessità di utilizzare il colore. Acquistare dei complementi d’arredo o delle cornici che s’intonano bene al colore delle pareti rende armonica la casa.

Abbiamo parlato in questo blog della pratica sempre più diffusa dell’homestaging. Di cosa si tratta? L’homestaging è la valorizzare un immobile con l’obiettivo di favorirne la vendita o la locazione.

 

Vendere casa è sicuramente difficile, ma delle piccole accortezze ti aiutano. Una di queste sicuramente è l’utilizzo sapiente del colore.

Far vedere ai possibili acquirenti una casa dall’aspetto piacevole e rilassante li aiuta a farli sentire a proprio agio.

D’altronde non c’è la mai una seconda volta per fare una buona prima impressione!

Scopri di più

Casa da vendere: istruzioni per l’uso

Dominvestonline 06/10/2017

Come vendere casa: l’agenzia immobiliare

Esistono due modi per vendere casa: alcuni si rivolgono a un’agenzia immobiliare, altri effettuano la transazione privatamente, tuttavia bisogna tenere a mente che la prima opzione è quella più vantaggiosa perché consente di portare a termine l’operazione con buoni esiti in tempi più brevi.
Infatti si ricorda che più l’immobile rimane invenduto sul mercato e maggiore è il danno economico per due ragioni diverse. Da un lato rappresenta una spesa e non produce reddito, dall’altro occorre realizzare nuove strategie per attirare nuovamente l’attenzione dei potenziali acquirenti, spesso ribassando il prezzo iniziale.
Al tempo stesso gli agenti immobiliari sono professionisti del settore, quindi sono in grado di valutare con esattezza il valore della propria casa e sanno come presentarla al meglio sul mercato. Inoltre hanno una grande competenza nell’organizzare le visite degli interessati e nel valorizzare i punti di forza e gli aspetti positivi dell’immobile, attenuando quelli negativi.

Per questo motivo è bene affidarsi fin dalla fase iniziale a un’agenzia immobiliare affidabile, seria e con una grande esperienza nel settore.

Alcuni accorgimenti fondamentali

Per vendere la propria casa è fondamentale strutturare in maniera adeguata l’annuncio, tuttavia un ruolo ancora più importante è rappresentato dalle fotografie: infatti le immagini sono determinanti per consentire al potenziale acquirente di farsi un’idea precisa sulla disposizione degli ambienti e delle loro caratteristiche.
In questo modo è possibile valutare la luminosità interna, l’ampiezza delle superfici e la configurazione stessa dell’immobile senza doverlo visitare: di conseguenza gli utenti possono eliminare subito le case che non soddisfano le loro esigenze e che non suscitano il loro interesse. Proprio per questo motivo le fotografie rappresentano un mezzo potente se sfruttato adeguatamente, realizzando scatti professionali, studiati, in grado di presentare efficacemente gli ambienti e di esaltarne le qualità positive.
Le agenzie immobiliari forniscono quindi un servizio fotografico studiato nei dettagli, così da corredare gli annunci con immagini che suscitino immediatamente l’attenzione dei potenziali acquirenti fin dal primo momento. In secondo luogo si riesce a sfruttare le potenzialità del web grazie a portali immobiliari oppure inserendo video o tour virtuali dell’abitazione in vendita. Più grande è l’interesse suscitato e maggiori sono le probabilità che la vendita abbia un buon esito.

Cosa tenere a mente

Quando ci si rivolge a un’agenzia immobiliare bisogna sempre stipulare il mandato di vendita, così da poter procedere a norma di legge. Innanzitutto le due parti devono prendere visione delle clausole che le vincolano, quindi si accordano per fissare il prezzo di vendita e la percentuale che deve essere corrisposta all’agenzia da parte del proprietario dell’immobile e, eventualmente, anche dagli acquirenti quando l’immobile è venduto e la transazione si è conclusa.
In alcuni casi vengono fissate anche le variabili di trattabilità del prezzo iniziale. Il mandato ha una durata ben precisa e può estendersi per un periodo di tempo variabile, dai 3 ai 6 mesi. In caso di mancata vendita è possibile rinnovare il mandato, mantenendo le stesse condizioni o modificandole.
Scopri di più

Vendere casa: arriva l’home stager

Dominvestonline 15/09/2017

Hai intenzione di vendere casa: arriva l’home stager, la soluzione che fa al caso tuo.

Negli ultimi anni il marketing immobiliare ha fatto passi da gigante. Uno di questi è l’home staging, ovvero valorizzare un immobile con l’obiettivo di favorirne la vendita o la locazione.

Il termine è composto dalle parole inglesi “home”, casa, e “stage”, palcoscenico. Si tratta quindi della capacità di allestire la casa in maniera da mostrarla in tutto il suo splendore.

La tendenza parte dagli USA per poi diffondersi in tutta Europa.

La filosofia dell’home staging è semplice. Ti presenteresti mai a un colloquio di lavoro senza trucco e vestita in maniera poco consona? Alla stessa maniera non potresti pensare di vendere casa se non l’hai “preparata”.

Dopo l’avvento di un home stager la casa da vendere sembrerà un’altra, luminosa, calda e accogliente.

L’home staging viene usato non solo per la compravendita ma anche per le case in affitto, per le strutture alberghiere e, a volte, per gli immobili commerciali.

L’home stager punta a rendere attraente una casa. Per far sì che ciò accada, si punta sui complementi d’arredo, spesso di proprietà dell’home stager.

L’home staging ha preso piede anche in Italia, coniugando l’arte del design con il puro marketing immobiliare.

Che competenze deve avere un buon home stager?

Sicuramente è un esperto di interior design e marketing immobiliare. Deve inoltre essere sempre aggiornato sulle nuove tendenze e i nuovi gusti del mercato.

Last but not least, deve avere delle ottime doti da fotografo. Un buon servizio di home staging comprende infatti un book fotografico che accompagnerà il cliente per tutta la vendita.

Quanto costa un home stager?

Il costo è variabile ed influenzato da diverse variabili: stato della casa, metratura, arredamento.

Il preventivo parte da un centinaio di euro nel caso di piccoli interventi fino a circa 1.000 euro se la casa dovesse essere vuota.

Quali ragioni spingono a fare ricorso a un servizio di home staging?

In base ai dati raccolti da Bankitalia, nel primo trimestre del 2017 il tempo medio di vendita di una casa a Milano è di circa 6 mesi. Dopo un intervento di home staging, si riesce a vendere casa in circa 58 giorni. La percentuale di vendita dopo un lavoro di home staging è del 92%.

Scopri di più

Vendere casa a Roma: consigli utili

Dominvestonline 18/07/2017

Quando vendere casa a Roma

Il mercato immobiliare attraversa fasi alterne. Ci sono momenti in cui è più conveniente vendere immobili e momenti in cui sarebbe meglio aspettare.

Nonostante questa regola generale, essendo Roma un grande centro di interesse culturale ed economico la vendita di una casa, se realizzata con le giuste strategie, riesce in ogni momento a dare un profitto monetario alto.

Che sia in centro o in periferia, il patrimonio immobiliare a Roma ha infatti un valore elevato e questo ti consente di vendere casa nel momento in cui ne senti la necessità magari perché è in arrivo un cambiamento nella tua vita personale e familiare o semplicemente perché vuoi monetizzare il valore di questa proprietà.

Per vendere casa a Roma la prima cosa da fare è richiedere la perizia dell’immobile.

Sia che tu abbia già deciso di vendere, sia che tu stia solo pensando di farlo è importante richiedere immediatamente una valutazione dell’immobile per avere una stima del valore della casa.

Questo ti servirà a determinare se ritieni conveniente la possibile vendita e ti permetterà di decidere se andare avanti o meno.

Nel ricevere la perizia potrai anche sapere se c’è possibilità di far aumentare il valore dell’appartamento.
Può capitare infatti che alcuni problemi burocratici vadano a diminuire il valore dell’abitazione. In tal caso puoi pensare di regolarizzare la situazione in modo da non avere problemi nella vendita.
Analogamente la casa potrebbe essere in condizioni migliorabili e potrai scegliere se realizzare qualche investimento per realizzare dei lavori che la rendano più appetibile.

Come guadagnare al massimo nella vendita della tua casa a Roma

Roma è molto grande per cui ci sono zone eleganti e raffinate alla portata di pochi compratori, zone dove gli appartenenti vengono spesso acquistati da investitori che locheranno l’immobile a studenti e lavoratori e ancora zone dove tendono a stabilirsi le famiglie che intendono vivere in città.

L’approccio alla vendita non può essere lo stesso per case collocate in queste tre diverse tipologie di zone.

Se infatti per case lussuose può avere senso realizzare un importante investimento per valorizzarle al meglio e renderle appetibili per persone abbienti, negli altri casi occorre utilizzare una strategia diversa.

Per una casa di cui saranno locate le singole camere un investimento utile potrebbe essere una suddivisione degli ambienti in modo da massimizzare il numero dei vani presenti, mentre per case familiari potresti valorizzare l’impiantistica e realizzare un efficientamento energetico.

Con l’aiuto di Dominvest potrai senz’altro valutare il tipo di acquirente che può essere interessato all’acquisto del tuo immobile e potrai decidere se investire e in che modo intervenire sulla casa prima di metterla in vendita.

Qualora tu non sia disposto a fare investimenti o nel caso in cui hai valutato che per te non è conveniente farlo puoi limitarti ad una presentazione decorosa dell’ appartamento sia nel materiale pubblicitario che sia andrà a produrre sia quando arriveranno le visite dei possibili compratori.

É errore comune pensare che in una casa in vendita gli arredi e i complementi non siano importanti.
Che la casa sia abitata o meno presentare al potenziale acquirente un ambiente pulito, arioso e, se possibile, con qualche decoro migliorerà senza dubbio la predisposizione del cliente a spendere quanto richiedi.

Occhio alla burocrazia

In un certo senso è l’aspetto più importante e insidioso della compravendita perché anche un piccolo errore può comportare delle spese o delle perdite economiche.
Per evitare problemi è importate affidarsi a consulenti esperti come Dominvest che sapranno guidarti nell’iter di compravendita della tua casa a Roma prevenendo possibili problemi.

Scopri di più